martedì 10 luglio 2012

Anna


Insomma. Arriva il giorno in cui hai 26 anni. Sei cinica. Disprezzi il genere umano. Irridi chi non cammina su tacco 12 con la tua stessa nonchalance. Trovi sempre un commento acido sui look dei passanti. Hai sempre una frase cattiva per tutti. Non senti particolari legami con il posto dove vivi o con quello dove sei nata. E poi, tutto sommato, anche il concetto di amicizia è sopravvalutato... La gente va, la gente viene. Avere gli stessi amici da quando si è bambini è pure un po’ patetico.

Poi arriva un giorno in cui controlli le mail e un brivido ti corre lungo la schiena.

Avevo promesso a tutti, compresa alla diretta interessata, un post per celebrare la mia stilista di torte, la mia Buddy Valastro personale, la mia cake designer preferita. E tutto ciò avveniva circa tre settimane fa. Mettiamoci il caldo, la pigrizia, le millemila cose da fare e una sorta di gara con Mareva e Penny a chi aggiorna di meno, e beh, eccoci qua. Per di più quando mi gira bene sento l’irrefrenabile impulso di scrivere qualcosa di cattivissimo e corrompere tutti affinché lascino commenti pieni di disprezzo.

Sì, perché io conosco Anna dai tempi delle elementari e la nostra amicizia è stata falsata da centinaia di episodi de “La Tata”. Io all’epoca ero innamorata di Maxwell Sheffield. Poi evidentemente devo aver perso per strada il gusto per gli uomini di classe. Il nostro personaggio preferito però era Niles, il maggiordomo acido. E questo ha dato un imprinting unico al nostro rapporto. Non possiamo fare a meno di insultarci, specialmente in pubblico. Tanto che la signora in questione ha sostenuto davanti a tutti i miei amici che non le ho mai detto “ti voglio bene” nemmeno una volta in quasi 20 anni. Non che lei abbia mai manifestato analoghi sentimenti nei miei confronti, comunque..

I grandi difetti di Anna: Anna è praticamente astemia. Quindi la porti nel locale più in della città, dove peraltro hai anche la tua credibilità, arriva il barista che generalmente commenta la tua ordinazione con un “non so come fai a berlo ma te lo porto!”, ordini un martini e vodka, perché diavolo, son già le 18, ci sta tutto!, e lei.. “per me un succo d’arancia”, “Io prenderei un gingerino”.

Una volta l’ho fatta bere. Una. Volta. Quando abbiamo festeggiato la mia patente a suon di insalate di polipo. Ristorante di amici che ogni volta mi portavano il limoncello a fine pasto. Nel senso di una bottiglia di limoncello, ghiacciato. E’ stato uno spettacolo riportarla a casa..
Altro difetto, la vita sentimentale stabile ed equilibrata. E per stabile ed equilibrata intendo l’opposto della mia. Lei se ne sta lì, tranquilla, per ore, ad ascoltarmi inveire contro tizio e contro caio. Ma prevalentemente contro tizio, ogni volta. Da anni. Commenta con: “che storie…” e poi fa una cosa inaspettata. Mi dà un consiglio serio. E mi spiazza perché, accidenti, io voglio solo che mi si dica che “è stato uno stronzo, hai ragione tu a volergli rigare la macchina! Anzi andiamo adesso a rifargli la fiancata!”. E magari anche un “Povera Giulia, sono tutti così cattivi con te” non ci starebbe male..
Anna è il tipo che si preoccupa sinceramente del fatto che non trovi l’uomo giusto. E che non ci passi nemmeno vicina, a dirla tutta. Quindi ti vuole presentare qualcuno. Ma non ti dice, come tutti, che vuole presentarti un suo amico. Ti dice che te ne vuole presentare due. Solo che quello più figo difficilmente verrà alla sua festa del mese prossimo perché è tipo che non mantiene la parola data. A questa affermazione cala il silenzio. Gli sguardi di Clint Eastwood e Gian Maria Volonté. Una balla di fieno che rotola e mia sorella che assiste alla scena. Poi lei: “Cavolo, proprio come quelli che piacciono a te! E’ fatta!”. E’ anche spiritosa, la ragazza! Me li scelgo bene, gli amici.

Sì dà il caso che Anna ed io abbiamo i cognomi in rima. E si dà il caso che nella notte dei tempi ci innamorammo perdutamente e profondamente di due ragazzi che  avevano due cognomi che rimavano. Ci sembrava la quintessenza dello chic. Un segno del destino. Non ci rendevamo conto che le probabilità di un doppio matrimonio rasentassero lo 0,0002%. E purtroppo non ci capiterà più di avere lo stesso nome da sposate. Più che altro perché lei non riuscirà mai a trovare qualcuno che faccia rima con “Reynolds”…

Anna il primo luglio ha dichiarato su fb “Stasera guardo la partita anch’io”. Neanche il tempo di andare a commentare “Ah, ecco cos’è stato!” che lei all’intervallo aveva già aggiunto “Vabbé, smetto perché porto sfiga”.

Anna, al mio compleanno, ha fatto colpo su tutti i presenti, ha giustamente rubato la scena a quella strega della festeggiata, ha fatto battere un paio di colpi al mio cuore di ghiaccio con questa:




 Voglio dire.. a me non importa dove vivrò, non so ancora quale sarà il lavoro della mia vita, non voglio nemmeno sposarmi e tantomeno avere figli. Però ho due certezze. Un giorno avrò una Kelly di Hermès e una Jeep Wrangler.

Ma il dramma è che le avevo chiesto di mandarmi anche le foto della preparazione. Non le pubblico tutte perché non voglio svelare i segreti dello chef..  Solo che così facendo, superata l’onda emozionale della sera stessa e del giorno dopo, quando avevo finalmente ritrovato il mio à-plomb e mi ero ricomposta, controllo le mail, apro l’allegato e sento il famoso brivido lungo la schiena di cui sopra. Per questo:



Al di là della torta, al di là della festa, al di là della stupenda sensazione di essere schifosamente viziata quando soffi le candeline di una torta del genere, rimani impietrita davanti al pensiero di: Quanto. Ci. Ha. Lavorato.?. Mi sono sentita quasi in colpa. Quasi! Il disegno, i calcoli, lo sforzo intellettuale profuso. Avrebbe potuto essere la torta più brutta del mondo e l’avrei adorata. Se poi avesse intossicato tutti i miei amici l’avrei adorata anche di più! Non ho assolutamente parole. E mi sembra incredibile che una persona nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali faccia una cosa del genere per me. Per un' acida stronza. Insomma, nemmeno io avrei lavorato tanto alacremente per me stessa!
Suppongo di dover dire ad Anna, pubblicamente, che forse, potrebbe anche darsi che in fondo in fondo io provi un sentimento quasi positivo nei suoi confronti. Una specie! Mi sta simpatica, diciamo.. Tollero la sua presenza in un raggio di 10 metri. Non faccio roteare gli occhi quando vedo il suo nome sul display del cellulare. Oddio, mi secca scriverlo...Prendo un respiro profondo. Anna, io ti voglio bene. Ora ti prego, allontanati dal computer perché questo messaggio si autodistruggerà tra 10…9…8…7…


Ah. c’è un’ultima cosa! Anna diventerà un chirurgo plastico. E io mi sto pericolosamente avvicinando ai 30. Immaginate che regali mi farà tra qualche anno!!! Botox, filler e punturine! Sarò giovane per sempre!!!!!!!!!

58 commenti:

  1. Non importa se nell'introduzione mi sono sentita offesa più e più volte :P
    ... fino alla fine del post avevo le lacrime agli occhi... e nella stanza non ci sono nemmeno moscerini...
    Se la tua amica ti ha fatto una torta così bella impegnandosi moltissimo (io non ci riuscirei nemmeno dopo un corso integrato di pasticceria e ingegneria edile) vuol dire che le hai sempre dimostrato affetto. A modo tuo, ovviamente, ma glielo hai dimostrato.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo! Ma perché ti sei sentita offesa?:(
      La questione del tacco 12?:)
      Comunque io sono uguale a te! Non riuscirei mai a fare una cosa del genere! Voglio dire… mi piace cucinare e me la cavo anche, però so già che una torta così non mi starebbe mai in piedi e mi salirebbe il nervoso! E probabilmente butterei tutto a terra in un raptus di rabbia!!!

      Elimina
  2. Sara; la torta piu' invidiata di sempre...troppo, troppo bella! Amica Anna, chapeau!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente giro i complimenti alla diretta interessata!:)

      Elimina
  3. questa Anna è un'Amica con la maiuscola! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi tocca assentire.. Controvoglia, però!:)

      Elimina
  4. Ognuno di noi ha un modo diverso di esprimere il proprio affetto. A voi basterà insultarvi ironicamente e poi guardarvi negli occhi per capire quanto vi amiate. E poi ci sono gesti come questi che dicono tutto. Compreso il tuo "sentire un brivido lungo la schiena" dimostra quanto tu le voglia bene e quanto tu le sia grata.

    Per quanto riguarda la premessa a questa splendida dichiarazione di affetto ( :D ), tranquilla.. è una sensazione che si prova anche quando si è più giovani.. :D

    http://almenounmilionediscale.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho l’orrenda sensazione di aver rovinato la mia reputazione…;) Comunque, finché mi si sfama si resta amiche!!

      Elimina
  5. Sono senza parole, è bravissima!

    io ho fatto una cena per il mio compleanno con un mese di ritardo,per impegni miei e dei partecipanti.mi sembrava poco elegante ricordarlo, ma fatto sta che nessuno ha fatto mezzo cenno, oltre che a presentarsi a mani vuote.
    io poche settimane prima ho speso davvero tanto per loro, non solo denaro ma anche tempo e fatica per preparare.
    almeno gli auguri me li potevano fare sti stronzi!

    ps. la voglio anche io l'amica chirurgo plastico XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io comincio a martellare un sacco di tempo prima per il mio compleanno! Non mi faccio grandi scrupoli di eleganza!:) E poi anche la gente che se ne dimentica e arriva a casa tua a mani vuote non mi sembra propriamente uscita da Eton!
      Appena apre lo studio ti mando il suo indirizzo!;) E cerco di farti avere delle tariffe agevolate! Dovrebbe istituire uno “sconto bionde”!

      Elimina
  6. che bellaaaa!! significa che ti vuole molto bene, e quindi te lo meriti senz'altro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, devo dire che mi piace vederla così!;)

      Elimina
  7. La torta è divina! Io e te iniziamo ad avere molte cose in comune..viva i commenti acidelli fatti ai passanti! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche quelli aciderrimi! E comunque abbiamo un sacco di cose in comune!!!

      Elimina
  8. Io non so camminare sui tacchi. Amami, però, visto che faccio parte del terzetto incapace di aggiornare con costanza!
    Torta stupenda. Ad Anna, ora, voglio un po' bene anche io. O meglio, diciamo che la stimo come Pina con Fantozzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. Da non credere: ho aggiornato anche io.

      Elimina
    2. Ma tu sei dispensata, ovviamente! E tra l’altro volevo proprio scrivere “la stimo” nel senso fantozziano dell’espressione ma poi non volevo che fosse mal interpretato!!! E comunque… abbiamo fatto piovere, baby!! Alla prossima ondata di caldo aggiorniamo di nuovo assieme e scateniamo gli elementi!!!

      Elimina
    3. Abbiamo la natura in pugno!

      Elimina
    4. Yeah!!!

      Come le streghe di Eastwick

      Elimina
  9. Bellissima torta e grandissima amica!!!

    RispondiElimina
  10. aw, ma che dolce questa amica e la torta è fortissima! :)
    xxx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ma di solito non è mica così, eh!

      Elimina
  11. In realtà quella torta è una manovra della tua dolcissima amica Anna per farti ritornare ai tempi in cui amavi gli uomini di classe come il Signor Sheffield:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non sarà mai troppo presto, credimi!!!!

      Elimina
  12. :)
    mi hai fatto piangere...

    Dai, te lo dico anche io per la prima volta in 20 anni:
    Ti.Voglio.Bene.
    (ma non dirlo a nessuno)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, qui non ci sente nessuno!!! E guarda che avrei voluto menzionare anche un sacco di altre cose!

      Elimina
  13. Anna è super super brava con le torte! *_____________________*

    Che bell'amicizia, la vostra. Sono rare queste amicizie fra donne, conservatela! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà un’amicizia di puro interesse d’ora in poi ma vedrò di conservarla!

      Elimina
  14. direi che questa è un'amica da tenersi stretta e non solo per la bellissima torta:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, non solo per la torta.. anche perché è astemia e se si esce può riportarmi a casa!!

      Salutami Londra!!!

      Elimina
  15. L'amicizia è un valore molto importante. Anche io sono astemia. Ah, non porto il tacco 12, al massimo un 4 o un 5, ho i piedi di una donna anziana. Non sono affatto chic, sono sovrappeso e ordinaria.
    La torta è spettacolare. Ma ancor più spettacolare l'amica che te l'ha preparata. Tienitela stretta. Un bacio!
    http://imbellettata.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh quella del tacco 12 era un’esagerazione!;) Comunque hai ragione.. dove trovo un’altra boss delle torte!

      Elimina
  16. Vai che Anna, dopo 20 anni, l'hai fatta contenta :)
    Sei la seconda blogger che seguo che dice che un giorno possiederà una Kelly d'Hermes, ora andrò a fare una ricerca su google, vuoi mai che me ne innamori anche io...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda.. è una borsa atipica! Non è la solita it bag e forse è anche un po’ “da signora”.. per questo (oltre che per il prezzo proibitivo) ne pianifico l’acquisto fra un bel po’ d’anni! Però ha un fascino tutto suo che non saprei spiegare!

      Elimina
  17. Wow che torta!!!!!!!!!!!
    Ti seguo, spero che ricambierai!
    Elisa
    http://namelessfashionblog.blogspot.it/

    RispondiElimina
  18. sono stata fra le fortunate che ha potuto gustare questo capolavoro!! complimenti ancora per il super lavoro e il mega impegno!! è stata una grandissima dimostrazione d'amicizia! brava Anna!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non tutte le mie amiche sono fancazziste come te!
      (e considerando che hai organizzato tipo 3 miei compleanni e una festa di laurea mi rendo conto di essere profondamente stronza! Yeeehhh!!!)

      Elimina
  19. Bellissima torta :) Reb, xoxo.
    PS: Nuovo post sul mio blog ;) fammi
    sapere cosa ne pensi, eccoti il link:
    http://www.toprebel.com/2012/07/la-mia-nuova-camicia-in-sangallo-di.html

    RispondiElimina
  20. Bella torta!!

    Premio per te :)

    http://fashionsdrops.blogspot.it/2012/07/premio-your-blog-is-great.html

    RispondiElimina
  21. Anna è un po' pazza e per questo sfacciatamente adorabile

    ti giuro che ho quando ho visto la prima foto credevo fosse presa d qualche rivista e si trattasse del compleanno di anna dello russo: complimenti vivissimi!

    un saluto divertitissimo da NYC
    Dcf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pò tanto pazza!!

      No la foto è la creazione dello stencil! Mi chiedevo come aveva fatto a replicare il carattere di Hermès.. E' più arguta di me, evidentemente!
      Non che ci voglia molto...;)

      Elimina
  22. Ahahah, certo che gli amici te li scegli proprio proprio bene! Comunque è stata mitica davvero, meglio tenerla stretta un'amica così, mi sa che non ce ne sono tante in giro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E qui di getto mi verrebbe da dire: "E per fortuna!"

      Capisci? E' più forte di me!!!!

      Elimina
  23. haha, grazie mille, contaci ;).
    bisous xxx

    RispondiElimina
  24. ahhaahahahahahhah sto ancora ridendo...perchè? perchè fai l'acida e la cinica e la fredda...ma non lo sei per nulla!! Ti piace la parte che fai ma non sei tu....Credo che se Anna si allontanasse ti verrebbe un colpo!!!! ^.^
    Sei dolcissima altrochè fatelo dire da zia!!!
    Ma la torta così bella....almeno era anche buona?????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Okay, beccata!
      Me l'hanno già detto, sai? "Fai tanto la gradassa e poi invece ti sciogli come neve al sole", "non sembra, ma sei la persona più buona che conosca".. Ovviamente ho dovuto far sparire entrambe le persone.. Ho una reputazione!

      E sì, era anche buona... pan di spagna annegato nel limoncello...:)

      Elimina
  25. torta geniale, degna del post: auguri.

    sappi solo che il vero trauma, te lo garantisco perché da poco provato, è raggiungere i 15+15 (che già il fatto di chiamarli così la dice lunga su come l'abbia presa) :-)

    un abbraccio e ancora auguri in ritardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apprezzo i 15+15!:)

      Comunque sai, io non penso di farne mai più di.. diciamo 27!;)

      Elimina
  26. La tortaaaaa...oddio, adoro già la tua amica, anche perchè diventerà un chirurgo plastico e ti invidio già per i futuri regali di compleanno....Comunque penso che sia normale commentarsi acidamente tra amiche, è una cosa che non puoi fare con nessun altro.
    E mi raccomando: quando ti sposerai Mr Reynolds voglio l'invito!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel caso avessi bisogno ti faccio avere una tariffa agevolata! Tra qualche anno ci facciamo un "week-end ritocchino" e diciamo a tutti che invece siamo andati in una spa!:)

      Mi farai da testimone, al matrimonio! E se quella grandissima baldracca di Scarlett Johansson prova ad avvicinarsi alla Chiesa sei autorizzata a sparare!!!

      Elimina
  27. CE-L'HO-FATTAAAAAA...ti sembrerà assurdo ma io sto gioendo dall'esserci riuscita e la cosa assurda è che non ho nemmeno capito come ho fatto ad iscrivermi ai nuovi blog!!!! Però ce l'ho fatta!!!!Promessa mantenuta!

    RispondiElimina