venerdì 20 gennaio 2012

5 buoni motivi per spendere malgrado la crisi




Uno dei grandi interrogativi della nostra epoca è: ma la crisi, c’è o non c’è?
E l'interrogativo diventa anche più pressante in periodo di saldi, perché nessuno sa bene come deve comportarsi. Avviene così la cosa più frustrante di tutte: dopo mesi di morigeratezza più o meno forzata in cui abbiamo schivato le vetrine come potessero emanare spore velenose, evitato anche solo di dare un’occhiata  ai siti di e-commerce per non farci irretire dal loro canto da sirena, camminato a testa bassa in centro città in stile Becky Bloomwood in I love minishopping per evitare qualsiasi forma di tentazione, è finalmente arrivato il periodo che tanto aspettavamo: le svendite. Solo che c’è un piccolo problema. Un dettaglio quasi insignificante. Ovunque non si fa altro che parlare di come il 2012 sarà un anno di tetra miseria, di come  tutto il mondo rischierà di finire in un baratro di terrore e di come, se non si avvera la profezia dei Maya, si avvererà quella della ben più temibile Merkel. Tutto ciò ovviamente non ci predispone a pomeriggi di shopping spensierati assieme alle amiche. Perché per fare shopping ci vuole proprio predisposizione, bisogna entrare nell'ordine di idee, prepararsi psicologicamente!
Quindi questo è veramente il momento di chiedersi: ma la crisi c’è o non c’è? Perché il dubbio ti viene.. Scusa, tu sei qui che fai economie, che rinvii qualsiasi acquisto un filo più oneroso della stretta soppravvivenza a tempi migliori, che ti preoccupi sinceramente di ciò che accadrà alle tue finanze nei prossimi mesi.. e allo stesso tempo continui a vedere gente che compra I-phone, I-pod e I-pad, amici che postano su facebook foto di vacanze natalizie  in luoghi esotici, vicini di casa che comprano auto nuove, ristoranti strapieni (ma questa è già stata  detta da qualcun'altro), bar dove di sabato sera non è possibile non dico entrare ma nemmeno stare fuori a ghiacciarsi con un bicchiere in mano in un raggio di 100 metri da tanta ressa che c'è.. Non puoi fare a meno di chiederti: ma sono io che ho una pessima gestione economica o c'è qualche segreto che mi sfugge?
Beh secondo me la crisi c’è. E se non c’è, ci sarà, dopo le ultime manovre recessive del nuovo governo, la cui unica azione meritoria è quella di aver finalmente dimostrato alla nazione che spendere soldi nelle rette delle università private è un totale spreco di risorse economiche. Voglio dire.. a parte la sottile crudeltà del lasciare che chi ha lavorato tutta la vita perda l’adeguamento della propria pensione all’inflazione e si trovi a vedere crescere i prezzi giorno dopo giorno e a potersi permettere sempre meno giorno dopo giorno, non ci vuole un genio per capire che meno soldi lasci in mano alla gente, meno questa spenderà, e meno spenderà meno i negozi e le aziende ce la faranno a tirare avanti, e più i negozi chiuderanno, più la gente rimarrà senza lavoro ma le aziende non potranno comunque assumere nessuno e più le aziende non assumono nessuno più la popolazione rimarrà senza soldi da poter spendere e così via, ancora e ancora e ancora in un turbinio vorticoso che ci porterà al 21 dicembre 2012 poveri e mal vestiti. Però più magri in compenso! Sentivo l’altro giorno delle statistiche.. non ne garantisco l’esattezza ma le riporto. In media ogni famiglia spenderà 1400 euro in più all’anno tra aumenti di benzina, gas, luce ecc. e nuove tasse. Ma soprattutto, ed è questo che ha fatto scattare la molla, come potete immaginare, ogni famiglia spenderà in media 400 euro durante i saldi (principalmente per l’abbigliamento) ma SOLO il 40% potrà permettersi di poter effettivamente comprare qualcosa! E' una percentuale bassissima! Accidenti, i saldi dovrebbero essere un periodo felice, in cui ci si rifà il guardaroba, si torna a casa soddisfatti, ci si toglie qualche sfizio! Okay quest'anno niente sfizi particolari forse però non possiamo lasciarci portar via tutto! Rivendichiamo il diritto all'acquisto! E quindi ecco le buone ragioni per non lasciarci soggiogare..

  • Prima di tutto il già citato “abbiamo fatto le brave e vissuto nella morigeratezza per mesi e adesso ci meritiamo un premio”. E’ vero, è così, mi dispiace. E poi di alcune cose abbiamo proprio bisogno!! Non possiamo di colpo smettere di comprare qualsiasi cosa e rimanere totalmente sguarnite!
  • E’ universalmente riconosciuto che in periodo di crisi si fanno gli affari migliori. I negozianti giustamente sono disperati a causa del crollo delle vendite e pur di liberare un pò gli scaffali fanno sconti mai visti prima. Sarebbe stupido lasciarsi totalmente scappare l’occasione di fare affari che non ci ricapiteranno facilmente, non vi pare?
  • Si sta ventilando l’ipotesi di aumentare ulteriormente l’IVA dal 21% al 23%… Ergo, i prezzi sono destinati ad aumentare. Ergo comprare adesso è un investimento sul futuro! Dopo aver ripetuto per anni "non è un acquisto, è un investimento!" ora possiamo finalmente farlo a ragion veduta!
  • Acquistando poi, in un certo senso rilanciamo l’economia il cui grande spauracchio è la contrazione dei consumi. E' quello che porta alla stagflation e alla recessione! Insomma, comprando un paio di stivali serviamo il Paese e facciamo il bene della comunità. E' quasi un dovere civico e morale.
  • La crisi ha una grande componente psicologica. Comprando qualcosa saremo più felici e vestite meglio. E irradieremo la nostra felicità su tutti quelli che ci incontrano! Insomma vestiti migliori per un mondo migliore! Okay questa è un pò tirata però ha il suo senso!:)
Buoni saldi!!

26 commenti:

  1. Io diciamo che la mia parte l'ho fatta! :-)
    Più su Yoox, Privalia ecc. che nei negozi reali a dire il vero.. cmq sempre di shopping in saldo si tratta! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi sono incastrata con ASOS e non ne esco più!!!:)

      Elimina
  2. mi trovi d'accordo su tutta la linea! è da un po' che lo dico!

    RispondiElimina
  3. Io qualcosa ho comprato, ma ben poco... E' che bisogna comunque averli i soldi, anche per comprare poco, in partenza... E spesso c'è chi non li ha! Comunque sono d'accordo con te...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione! E infatti è proprio questo che mi fa rabbia! I nuovi provvedimenti penalizzano proprio quelli che già avevano il problema della "terza settimana"! E' un'ingiustizia bella e buona!
      Comunque sì, ovviamente il mio non è un incitamento all'indebitamento!;-)

      Elimina
  4. Io ho speso tutto quello che potevo spendere (e sono ancora indecisa se comprare una cosa o due)
    Che faccio??Nel dubbio acquisto??Tanto per i prossimi tre mesi mi tengo lontana dalle vetrine...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo che il "poi non compro niente per almeno 3 mesi" non sia molto efficace!:) Io non resisto quasi mai perché poi trovo sempre ancora qualcos'altro che mi piace!!! Però del resto se sono affari...
      Che poi a dir la verità io predico bene e razzolo male perché finora i saldi sono stati deludenti per me!! Ho bisogno di una borsa!!!!!

      Elimina
    2. Mi dispiace!!!Che genere di borsa cerchi??Posso sguinzagliare le mie segugie per darti degli spunti??
      Comunque nel dubbio ho comprato ancora un piccolo vestitino...ed un'altra t-shirt...così però ho servito il paese!!!

      Elimina
    3. Esattamente! In fondo è patriottismo anche questo!:)
      La questione "borsa" è delicata perché all'inizio ne volevo una grande abbastanza da metterci dentro una cartellina formato A4 e possibilmente nera così sta con tutto.. Poi ho pensato che anche un altro bauletto non sarebbe male.. Adesso sono in fissa con alcune borse microscopiche che ho visto su Asos tra cui alcune envelope clutch che sono la fine del mondo! E costano anche poco! Solo che non mi servono assolutamente a niente... E' un work in progress!

      Elimina
    4. Asos è malefico risveglia i nostri desideri nascosti!! Invece io sono entrata nel trip del make up e sto pianificando un acquisto di crema+cipria+fard+rossetto ultra rosso per fare un look da pin up!!

      Elimina
    5. Spero che ci terrai aggiornate sul tuob blog! Il rossetto rosso è un'altra delle questioni scottanti... Mi piacerebbe creare un look anni 50 con giusto una riga di eye-liner e il rossetto rosso classico ma non ho ancora trovato la tonalità giusta!! Come vedi ho grandi problemi esistenziali e forti dubbi amletici!!

      Elimina
  5. ahahah!! mi fai morire ogni volta!!! :D x me quest'anno i saldi sono stati sottotono ma sono riuscita comunque a prendermi un paio di scarpe che mi piaceva...e dopo aver letto "comprando un paio di stivali serviamo il Paese e facciamo il bene della comunità"...mi sento meno in colpa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti avevo pensato di intitolare il post: 5 alibi per spendere malgrado la crisi!!!:) Anch'io voglio un paio di scarpe nuove!!!

      Elimina
  6. Yeah! una bionda col cervello!!!
    a me, i saldi invernali non fanno tanta simpatia....ho comprato giusto 2 maglioni, 1 reggiseno bianco, e sto valutando se prendermi un altro paio di ugg.
    ma preferisco di granlunga quelli estivi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Una bionda col cervello"? Shhhhh!! Parla piano! Qua già si rimorchia poco, se poi salta fuori che non sono completamente cretina la situazione diventa drammatica!!!;-)
      Io adoro gli Ugg!! Ne ho anche un paio rosa! Peccato non siano comodi per guidare! Cmq ho ancora una lista infinita di cose che vorrei ma per il momento non ho trovato praticamente niente!!!:(

      Elimina
  7. C'è un premio per te sul mio blog!!

    RispondiElimina
  8. hahahahah fantastico. mi ha messo di buon umore questo post.

    ti seguo su bloglovin

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  9. io ho fatto ampiamente il mio dovere verso il paese, diventerò povera ma sarò ben vestita!

    RispondiElimina
  10. già dato con questi saldi!
    e ho devoluto uno stipendio solo per le spese di casa e macchina :S
    come dice Vete, poveri ma chiccosi ! e forse a piedi, dato il problemuccio del caro petrolio&Co.
    versatile blog award per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono accorta solo oggi che era finito nella spam!:( Ho finalmente dato giustizia al tuo commento!!!

      Elimina
  11. Scusa, ma sei sempre la biondina che legge solo InStyle US, come dici nel post successivo? ;)

    Comunque è vero: la crisi c'è (e si vede). Ok.. non si vede proprio in tutti e tra tutti. Ma credo che si tratti di una crisi che innanzitutto crea un divario sempre maggiore tra ricchi e poveri, per trasformarci tutti in medio-ricchi Vs poveripoveri. E poi, si sa, è molto meglio dimostrare di avere tanti soldi, pur non avendone, perchè l'Ipad & co. fanno "io sono bello, giovane e ricco, mentre tu sei solo uno sfigato".

    Detto ciò, ogni volta che faccio shopping mi ripeto che l'economia gira con me (e grazie a me) :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! E' che secondo me c'è tanta gente che pur di avere uno status symbol preferisce mangiare pane e formaggio a cena! Il cosiddetto "consumo ostentatorio" di Veblen... Sì, purtroppo come vedi ho anche altre letture...;)
      No, comunque è anche una questione di priorità! Io preferisco investire in una buona bottiglia di vino piuttosto che nell'ultimo gadget tecnologico.. però poi dipende dai propri interessi!

      Elimina
    2. E direi che faresti proprio un'ottima scelta ;)

      Elimina