domenica 27 maggio 2012

Semper Fidelis


Questa settimana dopo ampie riflessioni – e alla soglia dei 26 anni, giovedì – (scusate ma ormai è un automatismo ricordarlo a qualsiasi mio interlocutore) ho finalmente determinato qual è la cosa che più odio al mondo, la cosa che più di tutte mi infastidisce e che non riesco a tollerare.
Non la gente che se ne va in giro con la tuta da ginnastica; non l’incredibilmente diffusa totale incapacità di condurre un'autovettura; non i pessimi musicisti che si credono la reincarnazione di Kurt Cobain, (anche se se la sono giocata fino all’ultimo!); non le sagre paesane che impregnano l’aria della città facendola sembrare una gigantesca, enorme friggitrice.

L’incostanza. L’incostanza delle persone. E’ la cosa che più di tutte mi urta i nervi e, a ben vedere, è quella che sta sempre alla base di delusioni/litigi/rotture.

L’incostanza si manifesta su due livelli. Entro una certa soglia è accettabile e, anzi, quasi desiderabile. In questo senso sono incostante anch’io: vado a mangiare per un mese nello stesso posto tutti i giorni e poi magari non ci vado più per sei mesi; compro due smalti opachi perché mi sembrano molto chic poi li metto due volte ciascuno, mi stufo,e uso solo colori accesi e brillanti; quando trovo una canzone che mi piace la ascolto 15 volte di fila e poi cambio disco; a volte sono qui tutti i giorni a leggere quello che scrivono gli altri blogger e altre, come in quest’ultimo periodo, non aggiorno per quindici giorni e anzi, nemmeno accendo il computer per quattro. [era un sottile modo per scusarmi, n.d.r.]
Del resto solo gli idioti non cambiano mai idea, se la gente non cambiasse mai, sai che noia, e bla e bla e bla.
Poi però c’è un secondo livello molto più fastidioso e disturbante. Un totale cambiamento di atteggiamento, di comportamento, di abitudini, che fanno sì che una persona ne diventi di colpo un’altra.
Avendo vissuto vari anni lontana da casa, mi è spesso capitato di non vedere alcune amiche per lunghi periodi. E continua a capitarmi, in realtà, perché le mie più care amiche vivono per la maggior parte sparse in giro per il mondo. Eppure, anche se non ci si vede da anni, anche se ci si sente solo un paio di volte all’anno, in un qualche modo che non saprei spiegare, sai di ritrovare esattamente quello che hai lasciato.
Proprio in questi giorni ho rivisto una mia “vecchia” amica dei lontani tempi della terza media. Negli ultimi anni siamo diventate come le vecchiette che si incontrano solo a matrimoni e funerali. Noi, per il momento, ci vediamo solo per avvenimenti come lauree e compleanni, e in più abbiamo un tradizionale aperitivo annuale che casualmente cade sempre a maggio. Beh, posso dire che nel corso degli anni siamo indubbiamente cresciute, e meno male!, abbiamo definito i nostri interessi, abbiamo rivoluzionato i nostri look più di una volta, una delle due ha anche cambiato colore di capelli e di certo non sono io, però l’essenza nostra e della nostra amicizia non cambia. Prendere un aperitivo con lei è come andare a mangiare da Mc Donald’s quando sei in un paese straniero, vai sul sicuro e non rischi avvelenamenti da strampalati e dubbi cibi locali.

Altre volte invece accade l’esatto contrario, ovvero persone che magari frequenti anche quotidianamente che all’improvviso cambiano rotta senza usare la freccia. Passano dallo scriverti tutti i giorni allo sparire. Dal tenerti ore al telefono a parlare di tutto, ma soprattutto di niente, al risponderti a monosillabi, se non scortesemente. Ripropongono schemi che tanto hanno criticato in altre persone senza nemmeno accorgersene. Trascurano gli amici, si sentono improvvisamente fighissimi o comunque sufficientemente fighi per dare lezioni di vita a tutti e, nella fattispecie, a te.
A te. A te che malgrado qualche colpo di testa, vedi smalti opachi, potresti farti tatuare Semper Fidelis sul braccio. A te che come tutti quanti cambi, evolvi, ma in fondo rimani sempre la stessa persona di sempre. Senza spiazzare chi ti circonda. Semper Fidelis, come un piccolo marine. Non molli la postazione e, soprattutto, non lasci indietro nessuno uomo. Amici una volta, amici per sempre, se dipendesse esclusivamente da te.

A volte mi dico che avrei dovuto fare la carriera militare, non fosse per il piccolo dettaglio di tutta quell’attività fisica che mi avrebbe uccisa sul colpo...

50 commenti:

  1. wow sai ke abbiamo la stessa età??? io compio gli anni 19 d giugno... x il resto... si è vero, la gente è incostante e devo ammettere ke anke io ci rimango male quando fanno così nei miei confronti ma non mi rendo conto ke anke io lo faccio agli altri (di solito quando vedo nella persona comportamenti ke nn mi piacciono verso me stessa opppure verso gli altri mi allontano)... quindi non farne un dramma e dacci il giusto peso xkè se fanno così molte volte è perchè non gli piace il tuo modo di essere... e se è così è meglio perderli ke trovarli credimi"!!! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti non me ne faccio poi chissà che cruccio. Basta capire come funziona e girare alla larga!
      Comunque sai che l’amica dei tempi delle medie che ho citato fa il compleanno appena un giorno prima di te, il 18? Siamo tutte coetanee!!;)

      Elimina
  2. Bentornata!!! Un po' delusa e amareggiata, ma bentornata! Quello che scrivi sull'incostanza è vero: anch'io quando incontro dopo tanto le mie vere amiche ho la sensazione di riprendere tutto esattamanete dal punto in cui ci eravamo lasciate da un giorno, un mese o un anno prima.
    Io diffido molto dagli "amiconi", da quelli che da subito vogliono condividere tutto, perchè si sono sempre dimostrati opportunisti e/o doppiogiochisti e la loro incostanza era solo il sintomo manifesto della loro pochezza.
    Io nella vita quotidiana non do molta confidenza, sono piuttosto riservata, ma se mi apro lo faccio con sincerità e non c'è mai un secondo fine.
    Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie grazie! No, beh dai delusa e amareggiata fino ad un certo punto! Sono riflessioni estemporanee!;) Comunque anche la tua di riflessione è perfetta: gente che è come se l’avessi lasciata il giorno prima e altri che hanno doppie e triple personalità! L’importante è saperlo…

      Elimina
  3. oddio quanto è vero!
    concordo in pieno! e capisco benissimo tutto ciò che hai scritto ;|.
    bisous cara e buona domenica!
    xxx

    RispondiElimina
  4. concordo, tempo fa avevo scritto qualcosa di simile, all'improvviso gente con cui sembrava avessi tanto in comune diventa estranea, senbza un motivo apparente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora che mi ci fai pensare credo di averlo letto il post ! E devo anche aver lasciato un commento di forte approvazione!

      Elimina
  5. Come hai ragione. Eppure ci sono anche persone così.
    E soprattutto, la chiami 'attività fisica' quella militare?? Io lo chiamo 'omicidio autorizzato'!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahia.. mi sa che abbiamo trovato forse l’unico punto su cui non siamo totalmente in accordo!! Sono una grande sostenitrice delle forze armate. Okay, detta così può sembrare un’altra cosa.. che non è!
      Comunque io mi riferivo a tutto quell’arrampicarsi sulle funi, strisciare nel fango, fare 800 giri della palestra.. Io ero sempre quella che cercava di infrattarsi già durante l’ora di ginnastica alle medie, figurati!!!

      Elimina
  6. ma quanto hai ragione!!
    io da ragazzina soffrivo proprio quando le mie amiche cambiavano e io ero sempre quella... ora imparo a fregarmene, però veramente, che fastidiooooo!!! >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me ne frego anch’io alla base.. però come dici tu FASTIDIO!!!!

      Elimina
  7. E' difficile trovare quelle (poche) persone davvero "semper fidelis".
    Una vera lotta, altro che carriera militare.
    Comunque, auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. From the halls of Montezuma to the shores of Tripoli…;)

      Grazie per gli auguri!!!

      Elimina
  8. Cara, che dire, sarà un'altra cosa comune dovuta al segno?!
    Nella mia vita mi sono allontanata da poche persone, pochissime. L'ho fatto perchè mi facevano del male, non per un cambio di rotta improvviso. Altrimenti sono anche io una di quelle che ha gli stessi amici da sempre.
    Qui sgonfio le balle a tutti col mio compleanno da... credo il 17 di marzo, cioè da dopo che avevo smesso di spaccare le balle con St. Paddy's day :) Insomma, che farai giovedì? Gli auguri ripasso a farteli il giorno giusto, che io ci tengo parecchio e credo anche tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei nata il 2, giusto? Vedrò di ricordarmene!! Giovedì probabilmente gita e shopping! Poi festeggiamenti a casa nel week-end e festa vera e propria il a metà giugno!
      E per il resto uguale. Io mi sono allontanata solo da due persone in (quasi) 26 anni! E anche lì.. hanno praticamente fatto tutto loro!!!

      Elimina
    2. Allora buona gita e buon shopping, poi fammi vedere che ti sei comprata che, magari, visto il segno comune, prendo qualche spunto :) Si il mio è il 2.

      Elimina
  9. Anch'io ho la mia amica storica sulla quale potrei mettere la mano sul fuoco e anch'io (come tutti) ho avuto una bella delusione quando quest'anno una ragazza che sembrava non poter vivere senza la nostra amicizia ha deciso di migrare verso nuovi lidi. Che ci vuoi fare, il mondo è bello perchè è vario.
    Baci

    fredshion.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mondo è bello perché è vario ma è anche brutto per lo stesso motivo!;) Nel complesso comunque posso ritenermi fortunata, direi! In realtà non mi posso neanche lamentare troppo..

      Elimina
  10. Io penso che si possa cambiare, ma mai venendo meno a certi principi, a meno che non sia un ca,biamenro giustificato e anche li me lo devi motivare....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente quello che dico anch’io. Cambiare va bene ma mantenendo almeno gli stessi valori di base!

      Elimina
  11. Ti capisco, anche io la penso come te a riguardo e quando succedono cose del tipo "sparisco-da-un-giorno-all'altro" oppure "cambio-compagnia-perché-tu-sei-cambiata" rimango sinceramente basita. Mah.
    C'è un tag per te sul mio blog, se vuoi rispondere :)

    RispondiElimina
  12. Hai ragione, me ne sono capitate tante...solo i veri amici rimangono e anche dopo tanti anni sono sempre li stessi!
    bisous

    RispondiElimina
  13. Non me ne parlare... La cosa che ho scorperto bisogna fare è... accettare che le cose finiscono, e dopo quei tre o quattro tentativi rituali per cercare di salvare il salvabile, lasciare perdere. Uff, va così ._.

    E comunque anche i musicisti che si credono Kurt Cobain fanno rabbissima, eh! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se poi immagini uno scarso musicista che si crede Kurt Cobain affetto da incostanza fulminante… beh benvenuto nella mia vita nell’estate del 2010!;) Ho ancora il dente “leggermente” avvelenato!!

      Elimina
  14. Concordo e' successo a tutti...intanto io inizio a seguirti su Bloglovin e gfc, ricambia se ti va!!! a presto!!!

    www.rockandfrock.com

    RispondiElimina
  15. Mi piace troppo il tuo stile di scrittura ed è un vero piacere leggerti!
    Problemi con Google a parte ;), ti seguo su Bloglovin!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ti seguo su bloglovin? Verificherò! Cmq abituati ai problemi con Blogger, cara! Siamo tutti sulla stessa barca!;)

      Elimina
  16. Se l'incostanza dura ancra per qualche giorno finirò per mancare anche il tuo compleanno...
    E' rassicurante sapere che altre persone sparse per il mondo sono circondate da una quantità indefinita di psicopatici col cambio d'umore facile... a me succede che si comportino così quando si fidanzano... poi beh, in casi peggiori non riesco a darmi una spiegazione razionale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh quello del fidanzamento è un grande classico. Specie con gli amici maschi! Anche perché i miei tendono sempre ad uscire con delle ossessive paranoiche che raramente mi prendono in simpatia quindi vederli diventa mission impossibol!;)
      Ma sono soprattutto i casi in cui non riesci a darti una spiegazione razionale ad abbondare, di questi tempi, purtroppo…

      Elimina
  17. simpaticissimo ed interessate bello averti scoperta ! ^_^ ah sono sophia di felici facile ma ti seguo anche con quest'altro blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io seguirò anche questo, ovviamente!;)

      Elimina
  18. L'incostanza credo, come te, sia la causa di molteplici problemi. Bello cambiare, più che giusto modificare i propri gusti però senza mai dimenticare chi siamo. Bisogna sempre far prima i conti con se stessi e con la propria personalità!
    http://shakingyoursoul.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E magari anche fare un filino i conti con i sentimenti altrui! Non sarebbe male!;)

      Elimina
  19. ciao c'è un tag per te sul mio blog,se ti va passa baci
    http://giofanny-followtheyellowbrickroad.blogspot.it/2012/05/tag-curiosone.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già passata a ringraziarti ma rincaro la dose!!! Grazie grazie grazie!!!:)

      Elimina
  20. Condivido pienamente, blog molto interessante!
    Passa da me se ti va, potremmo seguirci a vicenda!
    :)
    http://gurledistrict.blogspot.it/
    http://www.facebook.com/GurleDistrict

    RispondiElimina
  21. Anche a me urtano questo tipo di persone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che è una cosa comune, comunque! Almeno quello...

      Elimina
  22. Sono anche io membro del club "semper fidelis" e di quello degli "amici di persone bipolari". Che ci vuoi fare, la gente cambia. Ed è naturale. Ma la gente è anche matta e bisogna solo farsene una ragione. E annuire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annuire fischiettando, se possibile!!!;)

      Elimina
  23. come ti capisco! La gente per me è matta! e la cosa tremenda è che se ci parli, vuole pure avere ragione!!! Mah!!

    se ti va ci possiamo seguire a vicenda;)
    laura,
    http://glampond.blogspot.it

    RispondiElimina
  24. Io per prima non sono mai stata una persona molto coerente, cambio idea in continuazione (tranne l'odio per i gambaletti color carne, quelli non li rivaluterò mai e poi mai), però non mi è mai capitato di trascurare improvvisamente amici e conoscenti.
    Ma poi, quelle cretine che iniziano a darti lezioni di vita mentre si fumano la sigaretta in stile "donne vissute", ma quanto mi stanno sulle balle??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sei come me! Viva l'incoerenza a livello superficiale (del tipo: voglio un paio di Manolo! Anzi no, delle Louboutin! Anzi forse delle Jimmy Choo!!! E se però poi Stuart Weitzamnn si offende?!?!) ma abbasso i voltagabbana!!! (Cavolo anche un paio di Dolce e Gabbana non mi farebbero schifo!!!)

      Elimina
  25. New Diet Taps into Pioneering Concept to Help Dieters Get Rid Of 23 Pounds within Only 21 Days!

    RispondiElimina